Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena

Benvenuti nel nostro Forum. Potete liberamente lasciare messaggi

Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena
Start a New Topic 
Author
Comment
SORPRESA!!

SORPRESA!!
Ma è mai possibile che nessuno, dico nessuno, tranne Vincenzo Rossitto e Roberto Malè, abbia capito che c’era una sola possibilità di svegliare il Forum, languente da molti e molti mesi?
Una sola, la mia: quella di “fare a botte”, come dice Vincenzo. Due o tre esternazioni “all’acqua e zucchero” non avrebbero sortito effetto alcuno. Si urla solo se un dito va sulla piaga ed io ci ho messo tutta la mano. Ci sono cascati tutti, tranne due. Scherzi della vecchiaia!
Quanto poi alla “chiamata alle armi” dei colleghi, alcuni dei quali si sono sbizzarriti in diagnosi, offese, consigli terapeutici, onore violato, squilli di tromba, antimilitarismo, ricorrendo anche al “papà irlandese” perché rimproverasse il figlioletto discolo, affermo che non ce n’era bisogno: per chi mi conosce bene, bastava immaginare ciò che “bolliva in pentola”, senza accendere i fuochi d’artificio con cerini bagnati.
Ho trovato acredine cattiva, invece, in alcune risposte, di fronte alla quale quella che mi si addebita (provocatoriamente voluta), non può stare alla pari. Leggetele tutte. Io non ne terrò conto, come si conviene ad un gentiluomo, così come non terrò conto della fine compostezza di Pansini, che mi ha voluto onorare del suo intervento saggio, fraterno ed espresso con la calma dei forti.
A tutti costoro, suggerisco di andare a leggere ciò che scrissi di Gigi Conti e di Aldo Flora e poi tacciano per sempre.
Al webmaster, invece, che mi gratifica con un “meno intelligente”, che torna a consigliarmi uno psichiatra, che parla di rotelle fuori posto e mi definisce, per mia fortuna, “ex amico” e aggiunge altre consimili delizie, consiglio di tornare a rileggere la mia pagina personale, che censurò nove anni fa senza un motivo davvero valido. In essa, forse, troverà ciò che finora non ha trovato e che non potrà mai possedere, compreso quel concetto dell’amicizia vera, priva di infingimenti, che caratterizza gli animi nobili e nella quale la generosità di pensiero si sposa con il sentimento della fratellanza.
Tuttavia, non gliene voglio: penso che, come tutti, abbia problemi non ancora risolti e abbia bisogno di tempo. Tanto tempo.
Non accetto, però, le sue ingiurie.
Per il resto, devo deluderlo: ho la testa salda, alla quale ho sempre dato l’incarico di badare unicamente al suo contenuto. Non ho mai permesso che servisse solo a tenere separate le orecchie.
E mi accorgo, invece, che altrove questo continua ad accadere. Succede, purtroppo!!

P.S. Se l’aver tentato (in buona fede e a modo mio) di restituire alla vita un Forum in agonia (aduso a pubblicare solo necrologi), ha portato come risultato ingiurie e la isterica e indecorosa proposta (Paganucci) di escludermi dal Corso, nessuno se ne dia pensiero. Se tanto mi dà tanto e se questo può rendere felice lui e qualcun altro, mi ci escludo da solo con automatica cancellazione di indirizzo.
Leggerne gli autori è stato comunque per me un piacere, che mi ha permesso di conoscerli meglio, con tante scuse, purtroppo, alla lingua italiana, per la devastazione, da loro operata senza ritegno, a grammatica e sintassi.

THE END!!

Giorgio de Benedictis