Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena

Benvenuti nel nostro Forum. Potete liberamente lasciare messaggi

Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena
Start a New Topic 
Author
Comment
Dopo un lingo silenzio...

Dopo un silenzio abbastanza (troppo!) lungo, dovuto a ferie natalizie prolungate e ad altri impegni che mi hanno tenuto lontano da casa (e dal computer: certo, va più che bene èure quello portatile, per carità, ma ci vogliono anche tempo e...stato d'animo adatto)eccomi di nuovo su Forum. Ho aperto un nuovo "capitolo" perché così riesco a dire più cose tutte in una volta.
Intanto ho appreso con sincero dolore la notizia della scomparsa di Emo: qualcuno mi ha detto che era da molto tempo malato, io non ne sapevo niente, tanto che mi ero meravigliato di non averlo visto a Modena.
Poi i complimenti e soprattutto il ringraziamento a Lucio: sei davvero formidabile, non solo per la perizia, ma anche per la disponibilità che dimostri in ogni occasione e per il concreto e importante aiuto che dai al Corso. Continua così (non c'è neppure bisogno di dirtelo) perché sei sempre più (gli "altri non me ne vogliano, sappiamo bene chi e come lavora, conseguendo risultati di gande rilievo)
una pedina fondamentale di questo grande 14°.
A proposito di complimenti e ringraziamenti, vanno diritti a Pierpaolo e a Pino: direi che l'organizzazione del soggiorno di Edolo mi ha destato sincera ammirazione. D'altra parte, dopo il grande successo di Modena, non era pensabile che non si fosse anche nella prossima occasione ad alti livelli. Per la verità volevo dire altissimi, ma se dopo vengono a mancare gli stimoli per fare sempre meglio?! Meglio lasciare sempre un margine...
Ten. o Gen. Goffredo Canino. Superfluo ribadire cosa sia stato il Cinquantennale per noi ma anche per lui: me l'ha ribadito più di una volta al telefono: "anche se sono rientrato a Parigi abbastanza distrutto, ho fatto benissimo a esserci, perché al di là delle parole ho toccato con mano l'affetto di cui mi circondate, e per me è stata una grande iniezione di entusiasmo".
Come credo tutti saprete, il Gen. Canino si sta sottoponendo a dialisi e si sente "azzoppato" anche nel tempo che ha a disposizione. Finché non dovessero
perfezionare (se mai succederà, o perlomeno se in tempi brevi) qualche sistema alternativo, come un apparecchio portatile o la possibilità di sottoposri a dialisi non più ogni due giorni ma una o due volte al mese, è chiaro che non può pensare di spostarsi.
Non la voglio fare lunga: lasciamo che tutto si esaurisca in qualche lettera o telefonata? C'è qualcuno di noi (e sicuramente c'è) che abbia qualche idea per coltivare questo bellissimo rapporto e per dare a Canino il supporto spirituale ed affettivo di cui credo abbia tanto bisogno? Che ne so, una visita di gruppo a Parigi, magari al volo, una targa particolare, un segno che gli ricordi sempre cosa rappresenta per noi?
La butto lì, intanto come proposta per quanto vaga e indefinita. Se qualcuno non ritiene questa idea del tutto pellegrina, aspetto sue nuove!
Per intanto un caloroso e affettuoso abbraccio a tutti
Giorgio Verbi