Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena

Benvenuti nel nostro Forum. Potete liberamente lasciare messaggi

Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena
Start a New Topic 
Author
Comment
View Entire Thread
Re: ELOGIO DELLA COERENZA

Caro Giorgio, (non tanto "anonimo veneziano")
Premetto: ho ritardato a risponderti, pensando che lo facesse qualche collega più qualificato di me (non ripeterò questo nelle altre risposte)
Abbiamo trascorso insieme 4 anni di studi, di preparazione fisica e psicofisica per affrontare una particolare carriera qual'è quella "delle armi". L'appartenenza ad un Corso è quindi realtà storica che non può essere disattesa: piaccia o non piaccia.
Riconoscendo la tua intelligenza vivace portata a speculazioni filosofiche letterarie, devo altresì constatare, e la tua onestà intellettuale lo ammetterà senz'altro, che in altri campi non eri ugualmente portato, basta pensare alle difficoltà che hai avuto nelle materie scientifiche. Quello che mi meraviglia dal momento che sei diventato un valente psicologo è che negli oltre cinque anni che hai passato negli Istituti di formazione militare tu non abbia capito che non eri idoneo per tale professione.
Caro Giorgio, come il medico studia per curare i malati, l'ingegnere per fare progetti, l'avvocato per difende i clienti eccetera, il militare viene addestrato per fare la guerra. Non c'è persona che aborrisca la guerra come un militare, come un medico non ama le malattie, ma deve essere preparato ad affrontarla. Che psicologo sei se non capisci una cosa così semplice? Come fai a mettere in correlazione una frase così nobile come "donare sangue e vita" (per la Patria, ovvio) con una distorta visione dell'addestramento all'uso delle armi? E non ti è mai balenato nella testa l'idea che in guerra si uccide anche per non essere uccisi? (Ho esperienza diretta perché ero in Libano durante la guerra dell'82 - 83 ed in India - Pakistan durante la guerra dell'89) Mi spiace poi che banalizzi in maniera dissacrante la santa Messa. Per i cristiani è un momento di unione con Dio e la richiesta di perdono non può certo riguardare ... aver forato una sagoma di legno!
Mi ha fatto piacere comunque leggerti, anche se avrei preferito che tu avessi affrontato problemi più attinenti alla tua preparazione culturale.
Folgore!
Pierpaolo

Re: ELOGIO DELLA COERENZA

Caro Giorgio,
inizio con "caro"perché davvero ti ricordo sempre come un caro amico.Lo prova il fatto che , nella famosa cena al Circolo di Presidio di Venezia,quando ti alzasti da tavola per andartene,io ti ricorsi fin sotto al portone e ti supplicai di restare con noi, ma tu te ne andasti. Da un pò di tempo non entravo nel forum e dunque mi sono sfuggiti i tuoi scritti.
Non posso che concordare pienamente con quanto risposto da Pierpaolo.
E vorrei solo chiederti come puoi pensare che una persona di riconosciuta umanità, sensibilità, rispetto per il prossimo come Pierpaolo possa essere capace di " massacri e carneficine". E la stessa cosa vale per tutti i componenti del nostro Corso e dell'Esercito intero.
E' assurdo!
Condivido l'affermazione di Pierpaolo che non si può non rispondere alle tue provocazioni, che non possono rimanere incontestate sul nostro sito.
E poi voglio risponderti perché, nonostante tutto, nutro affetto per te ed è sempre vivo in me il ricordo delle allegre serate che passavamo al circolo degli anziani , tu al piano,Papini al trombone e noi a cantare.
E la tua vivacità e brillantezza sono sempre presenti nei miei ricordi.
Ti ho già detto e ti ripeto che tutti noi abbiamo passato momenti difficili e ci siamo imbattuti in personaggi talvolta odiosi. Ma sicuramente le esperienze positive, di amicizie vere e generose di colleghi,di apprezzati e onesti superiori che ci hanno guidato nel nostro cammino, superano di gran lunga quelle negative.
In tutti gli ambienti c'è il buone e il cattivo, ma sono sicuro che in quello militare il bilancio è certamente positivo per il buono più che altrove.
E ti assicuro che se dovessi rinascere rifarei il militare, questa volta però negli Alpini,che si distinguono fra tutti per generosità, altruismo,spirito di corpo e di sacrificio, sempre pronti a prestare soccorso a chi ha bisogno, altro che guerrafondai!
Spero di sentirti ancora e di incontrarti per ricordare insieme i momenti allegri della nostra giovinezza.
Ti abbraccio, Roberto.

Re: ELOGIO DELLA COERENZA

La mail di Giorgio non meriterebbe neppure una risposta. In una Accademia Militare cosa voleva che ci insegnassero a dire Messa o a fare gli impiegati comunali? Nessuno lo obbligava ad entrare in Accademia ! Lo avrà fatto di sua spontanea volontà, come tutti noi. Discorsi come questi non hanno senso. Lo cancellerei dalla lista degli Allievi del 14° Corso. Io sono ancora oggi orgoglioso di avere frequentato l'Accademia Militare .
Un abbraccione a tutti Voi cari "fratelli del 14° Corso!!!!
Alessandro Paganucci(Sandro)