Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena

Benvenuti nel nostro Forum. Potete liberamente lasciare messaggi

Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena
Start a New Topic 
Author
Comment
A proposito di contrastare la discordia

In merito alla questione del link attivo verso l'Accademia Toscana Federico II, ho messo la parola fine, nel senso che provvederò a cancellare ogni altro messaggio sull'argomento che non contribuisce certamente alla buona concordia all'interno del corso.
Sia ben chiaro che, solo a richiesta di "Ciccio" il bruzio, ho eliminato il famoso link attivo all'Accademia Toscana Federico II, ma ho inserito l'indirizzo del sito per chi volesse entrarvi.
Se fosse stato per me il link sarebbe rimasto attivo, almeno fino a quando qualcun altro mi avesse sostituito nell'incarico di curatore del nostro sito; non perché condivido i pensieri ivi espressi, come ben sa il presidente Ciccio da me spesso bonariamente e fraternamente "sfottuto" in grande amicizia.
Francamente non ricordo più cosa ci fosse scritto, ero entrato nel sito un paio di anni fà spinto dalla curiosità. Mi rammento solo che quanto avevo letto non era di mio gradimento; non ci sono più entrato, senza farne una ragione bellica. Ritengo, comunque, che ciascuno debba sentirsi libero di esprimere le proprie idee fino a quando non esprima pensieri offensivi verso gli altri ed in particolare i compagni di corso.
Un plauso particolare va, pertanto, al nostro "Ciccio" che ha saputo mostrarsi di vedute ben più larghe e democratiche di tanti altri colleghi.

Re: A proposito di contrastare la discordia

Caro Lucio
non ci siamo proprio. Vedo che ancora non hai centrato il nocciolo della questione e me ne dispiace. Intanto etichetti come "discordia" uno scambio vivace di opinioni, che invece è il sale della democrazia: spero che non pretenderai che tutti si adeguino al pensiero dominante ... o al pensiero di chicchessia. E, credimi, è abbastanza deprimente vedere che si consideri una fastidiosa seccatura se qualcuno pone un quesito da risolvere. Se questo "Forum" deve servire solo per necrologi o comunicazioni di riunioni, la sua utilità è veramente minima. Tra l'altro, cosa che mi aveva fatto oltremodo piacere, avevo già ricevuto da Ciccio il bruzio una e-mail chiarificatrice, perché lo scambio di opinioni tra noi è ben lungi da incrinare, anche minimamente, quello spirito di fratellanza che orgogliosamente riteniamo di avere acquisito negli anni trascorsi in comunione di intenti nella nostra prestigiosa Accademia Militare. Quindi, come vedi, perlare di discordia, è fuori luogo.
Inoltre, salvo casi molto, molto particolari, non concordo con l'eliminare lettere pubblicate su questo forum il cui accesso è libero a tutti e che quindi delle idee e delle parole qui pubblicate ne risponde individualmente chi ha inviato l'e-mail. Diverso è il "Corpo" del sito, di cui sei "direttore responsabile" . Tu dici che non possono trovar posto nel nostro sito frasi offensive verso altre persone; io ho aggiunto, per porre il problema all'attenzione di tutti, che non vi possono trovare ospitalità ed anche accenni o riferimenti ad ideologie politiche.
Questo era il nocciolo del problema, il "link" all'Accademia Toscana Federico II è stato solo l' input che ha generato lo scambio di opinioni. La logica soluzione del problema ( se di problema vogliamo parlare) era stata già da me suggerita, come puoi leggere proprio su questo "Forum" e Ciccio il bruzio che è persona ragionevole e di cultura, ancorché di indole focosa, ha accettato di buon grado, dandomene atto.
Con fraterna amicizia
Pierpaolo

Re: Re: A proposito di contrastare la discordia

Come vedi, visto che le tue osservazioni erano dirette a me e non più alla pagina incriminata, non ho cancellato la tua lettera.
Comunque, insistere prima con me, poi con il Comitato ed infine, sul forumriprendendo più volte il medesimo argomento che, tutto sommato, non ha trovato consenzienti tutti gli intervenuti, se non è fomentare la discordia è qualche cosa che ci va molto vicino. Comunque è grazie alla superiorità mostrata da "Ciccio", da te stesso riconosciuta, se la questione non ha prodotto spiacevoli strascichi.
Pensdo che, desideroso di avere l'ultimo intervento, replicherai, questa volta senza ottenere mia risposta.
Un cordiale saluto.
Lucio
P.s.Non dimenticare che persone che hanno predicato per tutta la vita pensieri analoghi a quelli di "Ciccio" hanno posizioni preminenrti nel nostro Paese. Che facciamo? Li defenestriamo (moralmente, intendo dire....)

Re: Re: Re: A proposito di contrastare la discordia, ma ..provate a ridere se riuscite.

15 aprile 2008. L'incontro tra due amici.

"Hai visto? Sono stati defenestrati!"

"Siii...ma c'e' ne e' ancora UNO!"

"Va behee...ma non ha mai predicato tanto e ora non predica piu';...anzi e' al di sopra!"


Chiamatela come volete: ideologia, democrazia, satira, per me e' realta'. Quella purtroppo (solo per noi) del 2008!!

Come "Gio.ve" vuole "resistam" e....basta!

Re: ma ..provate a ridere se riuscite.

Caro Pino,
ti prego di credermi; non ho aspettato il tuo (saggio) consiglio per farmi due (sane) risate. Non c'è infatti nulla di più comico di chi, seriosamente, sproloquia senza centrare il tema in discussione. Ai miei tempi un tale soggetto non avrebbe superato gli esami di ammissione alle medie inferiori; oggi è tutto diverso; si possono accumulare "crediti" e "debiti" e si può arrivare alla fine della formazione (??) scolastica, anche senza aver capito molto di qunto viene detto. In tutto questo si potrebbe addirittura trovare un lato positivo: maturi "vecchietti" si tengono al passo con i tempi della nostra scuola.
C'è però ... un però! Dopo una vita lavorativa trascorsa con le stellette, ci si aspetterebbe un atteggiamento diverso quando viene posto un quesito: No o Si, dovrebbe essere la risposta, magari corredata da una breve spiegazione perché si o perché no. Un mio vecchio professore diceva che non esistono domande stupide, ma solo risposte stupide. Non sta a me valutare tale affermazione, ma può comunque essere motivo di riflessione per molti di noi.
Con vivissima cordialità
Pierpaolo