Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena

Benvenuti nel nostro Forum. Potete liberamente lasciare messaggi

Il Forum del 14° Corso dell'Accademia Militare di Modena
Start a New Topic 
Author
Comment
All'Uomo, al Soldato, al Comandante.

Ricordo il Tenente. Comandava un plotone in un'altra compagnia. Era lontano, come tutti gli ufficiali in accademia, ma umano, quasi gentile. In quel periodo, mi mancò l'opportunità di parlare direttamente con Lui. Lo ascoltai in varie occasioni, quando era "di servizio". Mi piacque, era privo di arroganza.

Ricordo il Colonnello. Era il Capo dell'Ufficio Affari Generali dello Stato Maggiore dell'Esercito. Ero stato assegnato a quell'ufficio quando fu sciolto il reggimento nel quale prestavo servizio. Mi accolse come se ci fossimo frequentati ogni giorno nei quasi vent'anni che erano trascorsi dall'ultima volta che lo avevo visto. Ebbi la sensazione che Lui mi conoscesse da sempre. Fui impressionato. Imparai molto alle sue dipendenze.

Ricordo il Generale di Brigata. Era il Vice capo del I reparto dello Stato Maggiore dell'Esercito. Andai a salutarlo prima di assumere il comando di Battaglione. Mi sorrise e mi abbracciò. Fu tutto e partii contento.

Ricordo il Generale. Era il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito. Lo incontrai più volte nei corridoi di Palazzo Esercito. Ogni volta mi sorrideva e mi chiamava per nome. "Ciao Ferrari", diceva. Poi successe l'imprevedibile. Gli ho scritto gli auguri di Natale e mi ha sempre risposto. L'ho rivisto in occasione del Cinquantenario del Corso. Gli erano rimasti gli occhi e il sorriso. Parlavano. Il discorso ai suoi allievi del 14° fu un capolavoro. era felice. Ho reso omaggio al suo feretro nella Chiesa dell'aereoporto di Fiumicino. Ho pianto.

Arrivederci Signor Tenente, arrivederci Signor Generale, arrivederci Goffredo. Un abbraccio.

Giuseppe FERRARI